Archivio mensile:settembre 2014

I progetti di Assolombarda per la ripresa dell’industria

Gianfelice Rocca, importante industriale italiano e Presidente di Assolombarda, sostiene che il settore manifatturiero sia la chiave per la ripresa economica nel nostro paese e lo pone al centro dell’impegno dell’associazione di cui è a capo. I 50 progetti proposti quasi un anno fa e denominati “Far volare Milano” si suddividono in quattro diverse aree: “Imprese al centro”, “Milano al centro”, “Expo la grande occasione” e “Assolombarda al centro”. L’obiettivo perseguito è quello di supportare le aziende appartenenti al settore manifatturiero in un processo di crescita e sviluppo tramite la promozione di nuove tecnologie e modelli strategici, permettendo loro di affrontare le continue sfide presenti nel mercato. È quindi necessario impostare un lavoro di diffusione della conoscenza delle nuove tecnologie d’avanguardia grazie a partnership e alla costituzione di gruppi di imprese, in modo da poterle condividere con le aziende leader e i principali centri di ricerca per giungere alla creazione di nuovi sistemi produttivi. Centrale è anche l’intento di creare iniziative di formazione ed informazione volte all’eccellenza organizzativa e manageriale. A giugno 2014, 24 medie aziende milanesi hanno avuto l’occasione di partecipare ad un workshop operativo nell’ultra moderno stabilimento situato a Cameri (il più grande e avanzato stabilimento di questo tipo al mondo), in provincia di Novara: la visita era finalizzata all’avvio di una partnership in tema di “addittive manufacturing”, una innovativa tecnologia che permette di creare oggetti solidi e complesse parti meccaniche partendo da un modello digitale tramite aggregazione di polveri speciali fuse insieme. Si tratta di una vera e propria novità grazie alla quale i diversi oggetti potrebbero essere prodotti per aggregazione e non più per asportazione, riducendo notevolmente gli sprechi, il tempo di set up delle macchine e le emissioni prodotte, proiettando l’industria italiana nel futuro. Il progetto voluto da Gianfelice Rocca vuole essere una spinta per le industrie nazionali a sviluppare la propria capacità innovativa tramite il corretto utilizzo delle migliori tecnologie disponibili, per colmare il grande gap che ancora ci separa dagli altri paesi europei e del mondo.