Archivio mensile:luglio 2014

Il decreto sblocca debiti presentato da Fabio Bottari

Il decreto sblocca debiti, ritenuta la misura più urgente del suo governo dal Premier Matteo Renzi, subisce il terzo rinvio nel corso di tre settimane: il termine ultimo per concludere l’operazione è stato infatti fissato in data 21 Settembre 2014. Il decreto dovrebbe mettere a disposizione, entro tale data, circa 13 Miliardi di Euro destinati ai fornitori della Pubblica Amministrazione, in risposta alla recente procedura di infrazione aperta dall’Unione Europea nei confronti dell’Italia. Chiunque vanti dei crediti con la Pubblica Amministrazione sarà in grado di ottenere liquidità fornita dagli istituti di credito mediante cessioni “pro soluto” con sconti pari all’1,90% per cifre che non superino i 50.000 Euro, e pari all’1,60% per importi superiori. I creditori avranno quindi la possibilità di cedere il proprio credito certificato e garantito dallo Stato a banche e intermediari, ottenendo il totale pagamento al netto delle percentuali di sconto. Queste cessioni saranno tutelate da un Fondo di Garanzia, all’interno del Ministero dell’Economia e gestito da Consap, inizialmente composto da 150 Milioni di Euro (in grado di garantire copertura per circa 1,9 Miliardi di Euro di cessioni) che potrà in seguito essere integrato dal fondo del Mef, che presenta a sua disposizione una dotazione di 900 Milioni di Euro. La Cassa Depositi e Prestiti avrà la possibilità di acquistare questi crediti dagli intermediari rispettando una convenzione stipulata con ABI. Con il decreto attuativo del Ministero del Tesoro, lo Stato si offrirà come garante per le operazioni di cessione dei crediti volto a risanare una mole di debiti arretrati pari a sessanta Miliardi di Euro che dovranno essere estinti entro la fine dell’anno.

http://blog.pmi.it/18/07/2014/sblocco-debiti-pa-alle-imprese-entro-settembre/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blogpmi+%28Blog+PMI.it%29